Come risparmiare sul riscaldamento? L’energia consumata nell’edilizia residenziale per riscaldare gli ambienti e per l’acqua calda sanitaria rappresenta circa il 30% dei consumi energetici nazionali, e circa il 25% delle emissioni totali nazionali di anidride carbonica, una delle cause principali dell’effetto serra e del conseguente innalzamento della temperatura sul nostro pianeta. Si può risparmiare molto sul riscaldamento con l’efficientamento energetico degli edifici (“cappotto”, caldaia a condensazione, infissi), ma anche con alcune buone abitudini:

°Lascia liberi i corpi scaldanti Non coprire termosifoni e ventilconvettori con mobili, tendaggi, oggetti, vestiti da asciugare: ti consentirà di massimizzare lo scambio termico con l’ambiente e risparmiare energia. Lo scambio termico dei radiatori e degli altri corpi scaldanti avviene in base a l’irraggiamento e alla convezione: per questo motivo è importante che i corpi scaldanti siano liberi da ostruzioni.

°Abbassa di 1°C la temperatura: riduci i consumi sino al 6% In inverno la temperatura ideale (e di legge), è attorno a 20°C: le temperature più basse peggiorano il comfort e quelle più elevate comportano uno spreco energetico.

°Non lasciare apparecchi in stand-by: spegnili! TV, lettori DVD, impianti stereo e computer utilizzano tra il 10 e il 60% di energia anche quando sono in «stand by». Evitare la posizione di stand-by del televisore, del registratore e degli apparecchi hi-fi consente di risparmiare sino a 20 watt all’ora per ogni apparecchio. Disattiva lo «stand by» degli apparecchi di casa tua applicando una multi presa con interruttore

°Molte lampade o una sola ? Una lampada ad incandescenza da 100 Watt illumina quanto 6 lampade da 25 Watt, ma queste consumano circa il 50% in più. Meglio allora un lampadario unico, al centro della stanza e con una sola lampadina . Sostituire le lampade ad incandescenza consumano molto e non sono neppure più in vendita ora ci sono quelle alogene o a led.

°Il risparmio energetico in cucina :usare la pentola a pressione per verdure e legumi: consente di risparmiare energia (circa 20%) e di dimezzare i tempi di cottura; anche utilizzare sempre i coperchi mentre cucini evita la dispersione di calore. Scegli le pentole proporzionate ai fornelli: molto calore si perde quando usiamo pentole piccole su fuochi grandi.

° Attenzione alla temperatura dei lavaggi in lavatrice Programmando lavaggi in lavatrice a 30° la spesa media annua è di circa 20 euro, a 40° sale a 42 euro, a 60° arriva a 84 euro annui. Attenzione al numero di giri della centrifuga, più velocità più costi.

° Il 30% dell’acqua usata in casa è per il wc . Lo scarico del water consuma in genere 10 litri di acqua per ogni getto. Per risparmiare installa il pulsante a doppio tasto (poca o tanta acqua) oppure inserisci all’interno della vaschetta una bottiglia d’acqua ermeticamente chiusa per ridurre la capienza del cassone.

° Acqua calda, ma non troppo Qual è la temperatura giusta (per evitare sprechi) dell’acqua calda che sgorga dai nostri rubinetti? in estate bastano i 40°, d’inverno si può arrivare attorno ai 45°. Ogni grado in più è un costo sulla bolletta

Written by Franco Rigosi